ALICE COOPER – BILLION DOLLAR BABIES 1973

alice-cooper-billion-dollar-ba-427312

Quando nel ‘73 la Warner Bros pubblica “Billion Dollar Babies“, al termine di una lavorazione lunga e costosa, Alice Cooper è già, una stella di prima grandezza all’interno della scena americana. Dieci brani sono sufficienti per lanciare l’album al primo posto della classifica di vendite americane e ottenendo anche successo in Inghilterra.

Hello Hooray” apre le danze con eleganza e solennità, poi la satirica “Raped And Freezin“, un pò scomposta, brilla per maggiore immediatezza. E’ invece con “Elected” che il tasso di elettricità heavy e di provocazione si impennano in maniera considerevole. Ancora si ha una splendida alchimia hard rock con “Unfinished Sweet” che precede “No More Mr. Nice Guy“, un altro dei tanti sensazionali hit di Alice Cooper che rimarrà nella storia. Segue “Generation Landslide” che non diventerà parimenti famosa ma il suo potenziale è appena inferiore.

Sick Things” rappresenta un morboso discorso riguardo la perversione con un crescendo di tensione (diceva infatti: “le cose malate sono quelle più attraenti, si sa”). “Mary Ann” accompagnata da un interludio pianistico. Infine “I Love Dead” è una delirante ballata necrofila intrisa di sarcasmo: “io amo i cadaveri prima che rinascano/Né addii, né arrivederci/Non ho mai neanche visto la tua traccia decomposta/Mentre amici e amanti piangono sulla tua stupida tomba/Ho altri progetti su come usarti cara“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: