IRON MAIDEN – STRANGE WORLD (Iron Maiden 1980)

Le prime note di questo pezzo (poi quasi plagiate dai Metallica in Welcome Home), suonate sugli strumenti armonici artificiali, disegnano l’oscena e avvolgente visione di un Di’Anno fatto di eroina che narra al mondo la sua sconvolgente esperienza con il sorriso sulle labbra. L’intensità spaventosa di Strange World è uno dei più pertinenti e impietosi commenti sonori che l’epoca a cavallo tra gli anni Settanta e gli Ottanta abbia mai avuto.

 

The only place where you can dream,
Living here is not what it seems.
Ship of white light in the sky,
Nobody there to reason why.
Here I am, I’m not really there,
Smiling faces ever so rare.
A lets walk in deepest space,
Living here just isnt the place.

Stalks of light come from the ground,
When I cry there isn’t a sound.
All my feelings cannot be held,
Im happy in my new strange world.
Shades of green grasses twine,
Girls drinking plasma wine.
A look at love, a dream unfolds,
Living here, you all never grow old.

Dont you hear me call? ooh

Una Risposta to “IRON MAIDEN – STRANGE WORLD (Iron Maiden 1980)”

  1. Cold Winter Says:

    E’ il mio pezzo preferito dei Maiden!!!:D 😀 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: