Archivio per Genere

POWER METAL

Posted in POWER METAL with tags on 13 aprile 2009 by blackout87

Il Power Metal come dice la parola stessa deriva dall’heavy metal. Esso si sviluppa in Germania e ha come esponenti principali gli Helloween. Da questo genere sono nati altri sottogeneri ricchi di parti sinfoniche e classiche, alcuni di questi sono l’extreme power metal, il progressive power metal e lo speed power metal. Alcuni gruppi rappresentativi del power metal sinfonico sono gli Angra, gruppo brasiliano, e gli Skylark, italiani.

Le caratteristiche sonore di questo genere si basano su riff potenti e veloci, tempi di batteria velocissimi con l’utilizzo di una doppia cassa. Inoltre un altro aspetto importante è la presenza di lunghi assoli di chitarra elettrica.

Annunci

HEAVY METAL

Posted in HEAVY METAL with tags on 10 aprile 2009 by blackout87

L’heavy metal si sviluppa intono agli anni Settanta. Come genere ha una filosofia di vita particolare, improntata al sessismo e alla descrizione di atmosfere violente da inferno urbano. Nei primi anni Ottanta, alcuni incredibili successi discografici spingono il movimento a una proliferazione del numero delle band e all’affermazione  definitiva dell’identità “metaller” che prende il sopravvento sull’aspetto artistico per sfociare in quello sociale e antropologico. Si afferma il concetto di “fratellanza metallara” che consente al rock duro di essere uno dei primi stili musicali veramente globalizzato.

Il metal, è una musica che, nel coro della sua storia, ha subito attacchi sia da destra, sia da sinistra, accusato di essere sessista, satanista, esaltatrice dell’abuso di droghe e alcol, volgare e perdente.

Negli anni Ottanta, il metal si divide in una serie di sottogeneri e variazioni sul tema che ne accentuano ancor più il carattere settario. I due filoni di maggior successo sono: il glam metal influenzato dal glam rock degli anni Settanta, e il thrash metal che fonde la violenza di un certo hardcore punk americano con le strutture ritmiche del british metal dei primissimi anni Ottanta.

Tale genere subisce una brusca battuta di arresto nei primi anni Novanta a causa dell’esplosione del grunge. Cito come esempio alcuni artisti che seguirono tale genere: Black Sabbath, Ronnie James Dio, Dream Theater, Edguy, Hammerfall, Heaven and Hell.

HARD & HEAVY METAL

Posted in HARD ROCK/HAIR METAL with tags on 8 aprile 2009 by blackout87

E’ difficile, a mio parere, definire in modo esauriente cosa si intende per hard rock e heavy metal. Tali generi musicali, infatti, hanno sempre mostrato dei confini indefinibili e sfumati. La cosa strana è che i fan dell’hard rock e dell’heavy metal si impegnano in lunghe diatribe tra appassionati proprio sulla definizione di cosa sia “metal” e cosa “non metal” e anche sulla differenza tra “hard” e “heavy“.

In realtà l’hard rock e l’heavy metal sono fenomeni vastissimi, complessi e che hanno determinato cambiamenti in tutto il mondo del rock.

Il metal è diventato nel corso degli anni una bandiera sociale che identifica una particolare “tribù” culturale, di cui però non è facile avere una fotografia precisa. Elementi importanti che compongono tale genere è la musica e il sound con tantissime differenze stilistiche a secondo degli artisti. Infatti è difficile anche dare delle giuste definizioni sul concetto di hard rock e l’heavy metal. Probabilmente quest’ultimo è nato prima dell’hard rock, utilizzato solo per distinguere i giganti degli anni Settanta tipo Deep Purple, Led Zeppelin e Black Sabbath, da nuovi eroi del metal arrivati dopo il ’77. I due genere, inoltre, sebbene presentano una stretta parentela musicale, risultano molto distanti tra loro dal punto di vista culturale e filosofico.

GLAM ROCK

Posted in GLAM ROCK with tags on 3 aprile 2009 by blackout87

Questo genere nasce negli anni 70’ come musica rock popolare. Trovò terreno fertile per la sua diffusione soprattutto nel Regno Unito con artisti quali: Slade, David Bowie, Gary Glitter, Queen, Sweet e poi anche nella grandi metropoli come New York e Detroit ma con minore intensità.

Il nome “Glam rock” ha la sua provenienza dal termine “Glamour” ovvero fa riferimento a un look elegante, curato e molto vistoso che caratterizzava gli esponenti del genere.

In effetti più che la musica, venivano messi in risalto gli atteggiamenti affemminati e ambigui dei musicisti, i loro appariscenti costumi ricchi di lustrini, paillettes, borchie e altri oggetti luccicanti. Riguardo invece, al genere musicale, le sonorità del glam rock erano riconoscibili, nella maggior parte dei casi, come forme di hard rock con influenze provenienti dal pop rock e dal AOR.

I testi, infine, trattavano di rivoluzione giovanili o di amore, sesso, divertimento e fama.

AOR

Posted in AOR with tags on 1 aprile 2009 by blackout87

Premetto che l’AOR è un genere che conosco da poco, ma al quale mi sono subito interessata. Infatti, gruppi come “I Bon Jovi” o “I Def Leppard”, che pensavo facessero parte soltanto della categoria hard rock/hair metal, invece, rientrano anche in questa categoria di rock pomposo e melodico.

Effettivamente l’AOR (acronimo di album oriented rock) è un genere che va oltre il sound grezzo degli anni 70’ in quanto crea un sofisticato mix di sonorità potenti, pulite, lussuose e ipermelodiche. Inoltre questi elementi che lo caratterizzano possono essere presenti in generi come: l’hard rock, heavy metal, hair metal e altro.

L’AOR ha il suo esordio negli anni 80’ come evoluzione del cosiddetto arena rock, cioè un genere melodico e commerciale ma con suoni grezzi da perfezionare. Il disco che dunque permise questo passaggio, dall’arena rock all’AOR fu “Escape” dei Journey del 1981. Nel giro di un anno molti altri artisti rock si adeguarono al nuovo genere come: i Foreigner e i Toto con IV, Survivor di Eye Of The Tiger, i debutti omonimi di Aldo Nova, degli Asia e degli Alliance, i Kansas di Vinyl Confessions, i Balance con In For The Count e molti altri ancora.

Però agli inizi degli anni 90’, l’AOR fu un genere che subì negativamente l’invasione del grunge e dell’alternative rock, e in poco tempo venne quasi completamente abbandonato. Le migliori etichette discografiche decisero di dedicarsi al grunge che produceva gruppi che mescolavano diverse influenze musicali dall’heavy metal al punk rock, all’hard rock.

Molti gruppi, nonostante il declino del genere rimasero fedeli. Altri nacquero proprio nel corso degli anni 90’ e i primi del nuovo millennio. Quindi ci furono anche case discografiche che supportano questi gruppi, tra le più conosciute ricordiamo quell’italiana Frontiers, le tedesche MTM e AOR Heaven e l’inglese Escape Records.

Oggi l’AOR sta vivendo una fase di rinnovo seguito da un pubblico più esperto e appassionato. Il mercato più importante è il Giappone dove gruppi come i Fair Warning, i Ten e il polistrumentista e cantante Robby Valentine raggiungono alti livelli di popolarità che in Europa sono inimmaginabili.