Archivio per HEAVY METAL

I SOTTOGENERI DELL’HEAVY METAL: Terza Parte

Posted in IL SUONO IN CUI VIVIAMO with tags , on 20 maggio 2009 by blackout87

HeavyMetalDevil

Power Metal: Altrimenti detto neo – power, epic o classic metal, è l’esagerazione di alcuni dgeli stilemi più classici a cui è legato il termine heavy metal: melodie potenti e quasi barocche, musicalità piuttosto complessa, largo ricorso ad assoli e ad arraggiamenti complicati. Tematicamente, fa spesso riferimento a situazioni fantasy o fantastiche. La scuola di riferimento è quella tedesca della metà degli anni ’90. Gruppi principali: Blind Guardian, rRge, Halloween. Va ricordato che furono definite “power” in origine le band americane degli anni ’80 (come Riot, Savatage) p quelle autrici di un metal potente e strutturato, ma non legato al thrash.

Prog Metal: anche detto neo – progmetal, nato da una costola del progressive rock, è influenzato altresì da band come Pink Floyd e Rush. Utilizza quasi  tutte le caratteristiche e i temi del prog in un contesto molto più duro e “rock”. Gruppi fondamentali i Dream Theater e (pur con qualche distinguo) i Queensryche.

Street Metal: derivato dal glam, ne duplica il suono (e gli eccessi) in un contesto molto più grezzo e hard, con un’immagine meno androgina e ambigua. Gruppi fondamentali: Guns n’ Roses, Quireboys, hanoi Rocks.

Thrash Metal: genere musicale nato nella Bay Area e a New York alla metà degli anni ’80. E’ una mistura di metal classico e punk, caratterizzato da ritmiche molto potenti e veloci, un granitico muro chitarristico e testi piuttosto estremi. La band più famosa del thrash (che poi ha rinnegato) sono i Metallica, seguiti da Megadeth, Slayer e Testament.

White Metal: corrente principalmente americana che si propone di coniugare musica metal con testi di ispirazione cristiana. Ha conosciuto la sua massima popolarità con gli Stryper alla fine degli anni ’80, ma è tuttora un genere molto attivi, grazie anche all’amplificazione data da radio e TV di tipo evangelico, che lo contrappongono al “satanico” black metal. Nomi importanti: Barren Croos e Bloodgood.

I SOTTOGENERI DELL’HEAVY METAL: Seconda Parte

Posted in IL SUONO IN CUI VIVIAMO with tags , on 19 maggio 2009 by blackout87

stencil-metal copia

Glam Metal: direttamente derivato dal glam rock dei ’70, il glam metal ha conosciuto il suo massimo splendore negli States alla fine degli anni ’80. Usando un’immagine eccessiva, sexy e spesso androgina, il glam aveva il suo punto di forza in un hard/metal semplice e di effetto, con trovate melodiche accattivanti. Gruppi principali: Motley Crue, Poison, Tigertailz.

Guitar Heroes: promossi in seguito alla strepitoso successo di Steve Vai, Joe Satriani e Ynwgwie Malmsteen, nonché dell’attività della Shrapnel Records di Mike Varney, i guitar heroes sono specialisti del chitarrismo metal più tecnico e raffinato, e veloce. Spesso propongono lavori in cui la chitarra è talmente predominante da rendere il resto inesistente. Numi tutelari di origine: Richie Blackmore, Jimmy Page, Eddie Van Halen.

Hard Rock: genere nato alla fine degli anni ’60 e caratterizzato da un suono, derivato dal beat e dal rock ‘n’ roll, dai volumi esagerato e dalle ritmiche semplificate. Generalmente considerato antesignano del metal, si è in realtà evoluto parallelamente, influenzando poi moltissimi generi successivi, dal punk al grunge e allo stoner.

Headbanger: è il termine con cui vengono normalmente identificati i fan del metal nei paesi di lingua inglese. Deriva dall’abitudine di sbattere la testa avanti e indietro ai concerti, abitudine immortalata da una famosa scena del film Wayne’s World.

Industrial Metal: genere derivato dalla fusione di thrash, noise ed esperienza “industriale” della fine degli anni ’80. Caratterizzato da un’immagine molto “moderna” e da un suono spesso sintetico e freddo.

NWOBHM: acronimo per New Wave Of British Heavy Metal, più che un genere una vera e propria scuola musicale nata in Inghilterra alla fine dei ’70. Si proponeva di “svecchiare” l’hard e l’heavy dell’epoca tramite robuste iniezioni di suoni grezzi e semplici, derivati spesso dal punk. I gruppi principali sono stati Iron Maiden, Saxon, Motorhead.

 

I SOTTOGENERI DELL’HEAVY METAL: Prima Parte

Posted in IL SUONO IN CUI VIVIAMO with tags , on 18 maggio 2009 by blackout87

heavy metal1

Vorrei fare una piccola mappa per orientarsi nel dedalo in cui è diviso il metal, perché a volte leggo su svariati social network che non tutti sanno le differenze. Allora io proverei brevemente a darne una spiegazione.

AOR: hard (e metal) pensato principalmente per l’uso radiofonico, piuttosto “tangenziale” rispetto all’heavy metal tout court (totale). E’ stato popolarissimo alla fine dei ’70. Gruppi principali: Toto, Heart, Kansas, REO Speedwagon.

Black Metal: genere caratterizzato da un’immagine legata all’occulto e da un suono spietatamente rumoroso e senza compromessi. Derivato dagli “esperimenti” di band degli anni ’80 come Venom e Celtic Frost, è definitivamente esploso agli inizi degli anni ’90, soprattutto per opera della scena scandinava. Band più note: Burzum, Darkthrone, Emperor sul versante più intransigente; Cradle Of Filth e Dimmu Borgir per quello più commerciale (sempre se il termine sia applicabile al genere)

Class Metal: genere raffinato e piuttosto di nicchia, che mischia stili diversissimi come power, hard, AOR e a volte perfino jazz e funk. E’ caratterizzato da una musicalità e una melodia piuttosto pronunciata. Gruppi principali: Dokken, Tesla, Cinderella.

Death Metal: nato da un indurimento del thrash, vede un suono ancora più veloce ed estremo, ma raramente caotico, e tematiche quasi esclusivamente incentrate su temi difficili come la morte e il dolore. Due le scuole principali: una americana (con base in Florida), molto tecnica e spesso capace di evolversi in suoni raffinati e distanti dalla matrice originale; e una scandinava, più semplice e spesso sconfinante nel black. Gruppi esemplificativi: Death, Dark Angel e Morbid Angel per la scuola americana, Hypocrisy, Meshuggah e Carcass in Europa.

Doom Metal: di chiara derivazione Sabbathiana, caratterizzato da ritmiche lentissime, suoni poderosi e massicci e (curiosamente) spesso da testi cristiani o simili. Forse a causa di una vera e propria ambiguità di origine (la stessa ambiguità dei primi Black Sabbath) vede una variante europea, intellettuale e rarefatta, e una americana, più hard e grezza. Nomi più importanti: Paradise Lost, Candlemass, Trouble e Saint Vitus.

OZZY OSBOURNE: “FINCHE’ CI SARANNO RAGAZZI CHE AVRANNO BISOGNO DI SFOGARE LA LORO RABBIA,L’HEAVY METAL SOPRAVVIVERA’!!!”

Posted in FAN ART, Ozzy Osbourne with tags , on 12 maggio 2009 by blackout87

Ozzy_Osbourne_by_captainmaniaOzzy_Osbourne_Better_owo_by_Leather_lynx

 

 

 

 

 

 

Ozzy%20Osborne%20wmOzzy-Osbourne-ozzy-osbourne-653233_96_120