Archivio per Bohemian Rhapsody

QUEEN – BOHEMIAN RHAPSODY (A Night At The Opera)

Posted in Queen with tags , , , , on 26 maggio 2009 by blackout87

Bohemian Rhapsody” è il pezzo che, nella mente di nove persone su dieci, riecheggia non appena sentito il nome dei Queen. La parte musicale è un geniale mélange di opera lirica e rock. Il brano venne pubblicato dapprima come 45 giri (il 31 ottobre 1975), sfidando tutte le consuetudini dell’epoca, visto che durava all’incirca sei minuti:un’enormità in un panorama radiofonico fatto di hit lunghi almeno la metà.

Mercury stupì un po’ tutti affermando che era riuscito a creare una struttura sonora così articolata grazie alla passione (mai svelata prima) per l’opera e alle ricerche compiute in materia. Di natura piuttosto criptica il testo, liquidato dal suo autore come una questione personale sulle relazioni tra persone.

 

Questa è la vita vera?

o è solo fantasia?

Travolto da una frana

Senza scampo dalla realtà

Apri gli occhi

Alza lo sguardo al cielo e vedrai

Sono solo un povero ragazzo,

non ho bisogno di essere capito

Perché mi lascio trasportare,

sono un indolente,

Un po’ su un pò giù

Comunque soffi il vento,

a me non importa,


Mamma, ho appena ucciso un uomo,

Gli ho puntato una pistola alla testa,

Ho premuto il grilletto, ed ora è morto,

Mamma, la vita era appena iniziata,

Ma ora l’ho lasciata e l’ho buttata via

Mamma, Non volevo farti piangere

Se non sarò tornato a quest’ora domani

Va avanti, va avanti, come se niente fosse stato


Troppo tardi, è venuta la mia ora,

Rabbrividisco

Il corpo mi fa male in continuazione,

Addio a tutti, devo andare

Devo lasciarvi tutti ed affrontare la verità

Mamma, Non voglio morire,

Qualche volta vorrei non essere mai nato

Intravedo una sottile sagoma d’uomo,

Fulmini e saette molto, molto spaventoso

Galileo, Galileo,

Galileo figaro Magnifico

Ma sono solo un povero ragazzo e nessuno mi ama

solo un povero ragazzo di povera famiglia

Risparmiate la sua vita da questa mostruosità

mi lascio trasportare, sono un indolente,

mi lascerete andare?

No, non ti lasceremo andare

lasciatelo andare

Non ti lasceremo andare

lasciatelo andare

Non ti lasceremo andare – lasciatemi andare

Non ti lasceremo andare – lasciatemi andare

No, no, no, no, no, no, no

Mamma mia, mamma mia, mamma mia lasciami andare

Beelzebù ha messo un diavolo da parte per me,

Così pensate di potermi lapidare

e sputarmi in un occhio

Così pensate di potermi amare

e lasciarmi morire

Oh tesoro non puoi farmi questo

Devo solo uscirne

Devo solo uscire dritto via da qui

Niente veramente importa

Chiunque può capirlo

Niente veramente importa,

niente veramente m’importa,

Comunque soffi il vento…